Film&SerieTv, Ritratti

La poesia come atto di denuncia: la vita spezzata di Zuzanna Ginczanka

Quel che ora penso veramente è che il male non è mai ‘radicale’, ma soltanto estremo, e che non possegga né profondità né una dimensione demoniaca. Esso può invadere e devastare il mondo intero, perché si espande sulla superficie come un fungo. Esso ‘sfida’ come ho detto, il pensiero, perché il pensiero cerca di raggiungere la profondità, di andare alle radici, e nel momento in cui cerca il… Continua a leggere La poesia come atto di denuncia: la vita spezzata di Zuzanna Ginczanka

Pubblicità
Narrare la malattia, Ritratti

Viaggio nella mente di un uomo che non dimenticava nulla

Cosa accadrebbe se non fossimo in grado di dimenticare le cose e avessimo la capacità di ricordare qualsiasi evento della nostra vita in ogni minimo dettaglio? Razionalmente sembra un fatto piuttosto improbabile, la trama di un romanzo, eppure la memoria del giornalista Solomon Šereševskij fu davvero così prodigiosa, al punto da destare l'interesse di Aleksandr… Continua a leggere Viaggio nella mente di un uomo che non dimenticava nulla